Roma e l’acqua

Una storia millenaria tra acquedotti e scenografiche fontane

Vista della fontana del Tritone a Piazza Barberini
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Incontro con la nostra guida per conoscere il rapporto antico e profondo tra Roma e l’acqua, e non solo per via del fiume Tevere o delle numerose fontane, ma perché come per tutti i popoli antichi, anche per i Romani l’acqua era considerata un dono degli dei e quindi sacra.

I Romani seppero sfruttare da subito questa grande risorsa costruendo il primo acquedotto nel III sec. a.C., fino ad arrivare a complessivi 11 acquedotti. Ancora oggi il centro storico è servito dall’Acquedotto Vergine, unico dopo venti secoli ad essere ancora in funzione! Partiremo da piazza Barberini con la fontana del Tritone, un’area dove questa celebre famiglia ha lasciato segni tangibili del suo potere.

Poi scenderemo da Trinità dei Monti narrando di curatores aquarum e acquaioli, papi e artisti, con delle sorprese e nuove scoperte archeologiche lungo il percorso.

Il culmine del nostro itinerario sarà la fontana di Trevi, che conclude il percorso dell’Acquedotto Vergine, che si mostra in tutto il suo splendore dopo il recente restauro!

ristorante, trattoria

Durata

0
Giorno

Quota a partire da

0 ,00
a persona

Gradimento

Prezzo 90%
Difficoltà 30%
Interesse 89%